Bolletta elettrica: l’insostenibile peso degli oneri generali di sistema

Il costo complessivo degli “oneri generali di sistema” per i contribuenti italiani sarà nel 2015 pari a 15 miliardi di euro. Ad affermarlo è l’Autorità per l’Energia, dopo aver effettuato un’indagine conoscitiva sui prezzi finali di elettricità e gas: il dato più preoccupante è il trovarsi davanti ad un aumento del 100% in 4 anni. Infatti nel 2011 la spesa per gli oneri generali di sistema era pari a 7,5 miliardi di euro.

Tali oneri vanno ovviamente a pesare sulle famiglie, nella cui bolletta rappresentano il 24%, mentre le aziende, con un 32% pagano uno scotto ancora più alto.

Ma cosa ha provocato un tale imponente aumento? La causa è legata soprattutto alla componente A3, che racchiude la copertura di incentivi alle rinnovabili e al fotovoltaico con un rapporto di 90 a 10 rispetto agli altri oneri. Negli ultimi due anni (dal 2013 al 2015), tale percorso è rallentato, visto che il decreto Competitività ha ridotto in maniera decisa gli aiuti alle rinnovabili, ma resta il fatto che la bolletta italiana per le PMI è la più cara d’Europa.

Secondo uno studio effettuato da RSE nel dicembre del 2014 la piccola impresa paga 57 euro in più della media europea  per MWh e la media impresa 49 euro in più per MWh.

Prezzi al consumo dell'elettricitàVisto che purtroppo a livello nazionale sembrano mancare gli input per modificare questa situazione, è importante che le PMI decidano di tagliare i costi dell’energia e ottimizzare le condizioni di acquisto in maniera autonoma. Risparmio ma non solo, quindi: è fondamentale anche la corretta gestione degli acquisti energetici.

Da questo punto di vista, il modello di consulenza Energiachiara può rappresentare un’opportunità per la PMI, in quanto assicura un risparmio sulla spesa energetica senza rappresentare un ulteriore costo. Il meccanismo della success fee infatti fa sì che l’azienda inizi a pagare la consulenza solo quando comincia a risparmiare, in modo che non vi sia alcun impatto ulteriore sui costi.

La bolletta del gas senza segreti

Lettura bolletta gas

 

Conoscere in maniera non superficiale le componenti di una bolletta del gas può essere un primo passo verso un’ottimizzazione delle spese energetiche della tua azienda. Energiachiara con questo piccolo glossario, ti spiega quali sono le voci più importanti da tenere d’occhio.

Mercato libero: è il mercato in cui le condizioni economiche e contrattuali di fornitura di gas naturale sono concordate tra le parti e non fissate dall’AEEGSI. Dal 1° gennaio 2003, i clienti possono liberamente scegliere da quale fornitore di gas naturale comprare il gas.

Servizio di tutela: è il servizio di fornitura di gas a condizioni economiche e contrattuali stabilite dall’AEEGSI. Il cliente è servito nel Servizio di tutela se non ha mai cambiato fornitore dopo il 31 dicembre 2002 o se ha scelto, fra le proposte del fornitore, quella a condizioni regolate. Quest’ultima possibilità vale solo per i clienti domestici.

 

REMI: la REMI identifica il punto di consegna in cui il gas passa dalla rete di trasporto nazionale a quella di distribuzione locale. È identificato da un codice numerico di 8 cifre.

PDR (Punto di riconsegna): composto da 14 numeri, identifica il punto fisico della rete di distribuzione in cui il gas naturale viene consegnato dal fornitore e prelevato dal cliente finale. E’ un codice univoco che non cambia, anche in caso di passaggio a nuovo fornitore.
Da non confondere con la matricola contatore, che identifica appunto il contatore o misuratore del gas.

Potere calorifico superiore (PCS): è un parametro che indica la quantità di energia contenuta in un metro cubo standard di gas. Serve per convertire il consumo di gas, espresso in metri cubi, in consumo di gas valorizzato in energia. Il parametro P, infatti, rappresenta la quantità di energia contenuta in un metro cubo di gas a condizioni standard di temperatura e pressione. Più esso è alto, più il gas ha un potere energetico elevato e quindi generalmente anche un prezzo più elevato. Il valore del PCS viene comunicato mensilmente da Snam per ogni REMI della rete e i fornitori sulla base di questo valore effettuano i relativi conguagli.

Coefficiente di conversione (C): è il coefficiente che converte il consumo misurato dal contatore, espresso in metri cubi, nell’unità di misura utilizzata per la fatturazione, cioè gli Standard metri cubi (Smc). Il coefficiente di conversione C è necessario poiché il volume di una medesima quantità di gas, e quindi il medesimo contenuto di energia, varia da una località a un’altra in funzione dei valori di pressione e temperatura a cui tale quantità viene consegnata. Ad esempio, la stessa quantità di gas occupa un volume diverso a seconda che venga consegnato in una località di mare o di montagna.

Scaglioni: alcune componenti tariffarie hanno un valore differenziato per scaglioni di consumo annuo, cioè per intervalli di consumo. Ogni scaglione è delimitato da un livello minimo e da uno massimo (es. 0-­­120 Smc; 121-­­480 Smc, e cosi via). Esempio: un cliente che consuma 400 Smc in un anno pagherà, il prezzo previsto per il 1° scaglione per i primi 120 Smc consegnati; il prezzo previsto per il 2° scaglione per i restanti 280 Smc consegnati.

Servizi di vendita: per Servizi di vendita si intendono le diverse attività poste in essere dal fornitore per acquistare e rivendere il gas al cliente finale.

QVD: composta da una quota fissa e quota variabile, viene fissata e aggiornata dall’Autorità per l’energia e comprende tutti gli importi da pagare per coprire i costi di acquisto e commercializzazione sostenuti dal fornitore. Il fornitori di energia di mercato libero sono liberi di modificare sia la componente fissa, che quella variabile stabilite dall’Auotrità. Pertanto è necessario sempre fare molta attenzione al valore di questa componente inserito nell’offerta commerciale che viene sottoscritta.

Materia prima gas: copre i costi relativi all’acquisto della materia prima gas. Nei provvedimenti che fissano o modificano le condizioni economiche di tutela questa voce è tecnicamente denominata CMEM e viene fissata e aggiornata ogni tre mesi dall’Autorità per l’energia. Per ottenere il prezzo effettivo del gas è opportuno però sommare i seguenti oneri aggiuntivi: CCR, QVD (ved. sopra), QOA, GRAD e CPR. Nel mercato libero è estremamente importante fare attenzione se la tariffa proposta come “materia prima gas” o “prezzo del gas” comprenda o meno le componenti di cui sopra e, nel caso le comprenda, individuare qual è loro il valore al fine di determinare il prezzo effettivo di  vendita del gas.

Servizi di rete: Per Servizi di rete si intendono le attività che consentono alle imprese di vendita (sia che operino sul mercato libero sia che forniscano il Servizio di tutela) di trasportare il gas sulle reti di trasmissione nazionali e di distribuzione locali fino al contatore del cliente. Gli importi da pagare per questi servizi si riferiscono ai costi sostenuti per i servizi di Trasporto, Stoccaggio, Distribuzione e Misura. Nella bolletta sono suddivisi in Quota fissa e Quota variabile.

Imposte:  sulla boletta del gas vengono corrisposte le imposte erariali di consumo o accise, con aliquote intere o ridotte, su 4 scaglioni di consumo: 0-­­120, 120-­­480, 480-­­1560, oltre 1560 Smc; addizionale regionale determinata autonomamente da ciascuna regione con proprio provvedimento, tenuto conto dei limiti imposti dalla normativa generale sulle imposte; imposta sul valore aggiunto (IVA) calcolata sulla somma di tutte le voci della bolletta comprese le accise.

Contratto energia elettrica: attenzione ai tempi di recesso

Contratto energia elettrica: attenzione ai tempi di recesso

Per avere una conoscenza approfondita della propria situazione energetica, è necessario senza dubbio avere presenti le varie sfaccettature del contratto dell’energia che si sta per firmare. Energiachiara ti aiuta a fare luce su tutti i punti oscuri, cercando di mostrare i contratti per la fornitura elettrica nella maniera più semplice possibile.

Da non dimenticare: dal 2007 c’è stata la completa liberalizzazione nel campo dell’energia elettrica e questo ha portato la possibilità di scegliere il proprio fornitore di elettricità scegliendo l’offerta commerciale che si ritiene migliore per le proprie esigenze.

Cos’è un contratto: è l’accordo secondo cui il venditore somministra all’utente consumatore energia elettrica in cambio di un prezzo precedentemente stabilito. Le caratteristiche fondamentali di un contratto sono: l’essere consensuale (non può essere estorto con l’inganno, magari al telefono), è oneroso quindi deve essere per forza pagato, è a prestazioni corrispettive, cioè il venditore invia energia elettrica mentre il cliente dà denaro ed è di durata, cioè ha una certa durata nel tempo per soddisfare il bisogno del cliente che dura anch’esso nel tempo.

Stipula del contratto: avete differenti modi per stipulare un contratto di energia elettrica. Si può andare presso le filiali dell’agenzia, oppure, come sempre più spesso accade si può sottoscrivere un contratto tramite, internet, call center o direttamente nella propria abitazione. In questi casi è importante però sapere che se si stipula un contratto al di fuori della sede dell’agenzia, il contraente ha a disposizione 1o giorni lavorativi per il cosiddetto diritto di ripensamento. Nel contratto devono essere indicate in maniera molto chiara le tariffe energetiche, le eventuali modifiche, i costi dell’avvio. Vanno poi indicate le tempistiche di pagamento e quelle di inizio di erogazione dell’energia elettrica.

Recedere dal contratto: dal 2007 si può cambiare fornitore di energia elettrica senza problemi, rispettando i tempi di recesso stabiliti dall’AEEGSI, ma è necessario comunque controllare bene tutte le clausole in merito al momento della firma. L’AEEGSI (Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico) infatti stabilisce delle regole precise a cui i fornitori si deebbono adeguare riguardo alle tempistiche dei recessi. Nei contratti di mercato libero a rinnovo tacito, ad esempio, per le utenze in bassa tensione, il recesso prevede un periodo di preavviso di tre mesi; mentre per le utenze in media tensione il preavviso è a 6 mesi. Alcuni contratti però possono contenere delle clausole penali che di fatto impediscono al cliente di recedere dal contratto prima di un anno. E’ sempre bene pertanto leggere attentamente le condizioni generali di contratto prima di firmare una nuova offerta e accertarsi sempre sull’applicazione di eventuali penali.

Se poi rimanete indecisi sul da farsi, potete sempre rivolgervi a Energiachiara: ogni dubbio sarà eliminato!

Offerte commerciali: attenzione ai costi “occulti”

Offerta commerciale Energia

Oggi vi vogliamo illustrare un caso molto frequente in cui un’offerta commerciale, apparentemente vantaggiosa, di un fornitore di energia, può diventare antieconomica e determinare altresì, al posto del risparmio atteso, un aumento di spesa per il cliente. Le proposte di vendita dei vari fornitori generalmente espongono infatti bene in vista i prezzi dell’energia, sia luce e che gas, ma poi riportano in piccolo tutta una serie di articoli e condizioni che, in alcuni casi, possono determinare aumenti, anche consistenti, dei prezzi facciali esposti. Nella nostra attività di consulenza energetica alle PMI, ci confrontiamo quotidianamente con molti casi di offerte poco chiare o, nel peggiore dei casi, con pratiche commerciali scorrette. Alzi la mano chi è quell’imprenditore che, almeno per una volta, non è incappato in una situazione di questo tipo.

L’offerta del fornitore X Energia propone un prezzo in tre fasce F1, F2, F3, decisamente interessante, anzi molto più basso di quello che stai pagando ora. La tua azienda è in fase di riduzione costi e questa proposta porterebbe a dei risparmi significativi sulla spesa energetica. Il “consulente” che ti è venuto a trovare ti ha fatto anche un conteggio del risparmio, naturalmente su un foglio di carta, tutto scritto a mano, che poi farà opportunamente sparire, ma che in tutti i casi non ha nessun valore. Tutto bene allora, tu firmi e poi torni al tuo lavoro in azienda. Il “consulente”, che in realtà è un venditore a provvigione, nel frattempo sparisce. Dopo qualche mese arriva la prima bolletta e… sorpresa! Non solo i costi non si sono abbassati, ma ti sembra di pagare di più. C’è qualcosa che non quadra. Scartabelli in archivio, trovi il contratto che hai firmato e subito verifichi una cosa: il prezzo esposto nella CTE (Condizioni Tecnico Economiche) non corrisponde a quello che paghi in fattura, ovvero il prezzo che paghi nella fattura è nettamente più alto.

Escludiamo subito il caso dell’errore involontario di fatturazione che banalmente può essere determinato dall’inserimento a sistema del contratto da parte dell’operatore dell’azienda X Energia. In questo caso, ovviamente il cliente ha diritto a ricevere una nota di credito e tutto finisce bene. Ma purtroppo questo è il caso meno frequente. Che cosa è successo allora? Vediamo quali sono le pratiche più diffuse:

1. Hai sottoscritto l’offerta, ma nessuno ti ha informato che quell’offerta espone un prezzo di partenza, sul quale poi viene caricata mensilmente una quota variabile aggiornata secondo una qualche formula di indicizzazione. Insomma, pensavi di avere quel prezzo fisso e invece quello è solo il prezzo di partenza sul quale viene caricata la componente indicizzata. Succede spesso e quasi sempre dipende da una pratica scorretta del venditore che non ti ha informato. Il documento di offerta, infatti, anche se in caratteri minuscoli e spesso con linguaggio poco chiaro, se leggi bene riporta sempre se il prezzo è indicizzato e le relative modalità di indicizzazione.

2. Il prezzo esposto nell’offerta è in effetti un prezzo fisso e magari lo ritrovi anche in fattura. Ma a parità di consumo paghi più di prima. Perché? Guardi meglio e vedi subito che in fattura, oltre al prezzo di vendita, ci sono delle voci “nuove”, che apparentemente ti dicono poco, spesso riportate sotto il nome di, “oneri ammnistrativi”, “oneri di commercializzazione”, “oneri di sbilanciamento” ecc. Sono solo alcuni di quei costi “occulti”, che erano compresi nell’offerta che hai firmato, che hanno fatto lievitare il costo complessivo dell’energia.

Per quanto riguarda le sole componenti del prezzo di vendita (e non anche per i costi cosiddetti “passanti” quali dispacciamento, servizi di rete, oneri generali e imposte) è bene chiarire subito che il mercato libero consente alle aziende fornitrici di applicare le strutture tariffarie che meglio credono. Basta specificarlo nelle offerte, e questo generalmente viene fatto. Quello che non viene fatto quasi mai è spiegare bene al cliente quello che sta firmando. Con il risultato che il cliente nella migliore delle ipotesi non risparmia, ma anzi rischia di pagare l’energia il 20% o 30% in più di quello che pagava con il vecchio fornitore

In conclusione, prima di firmare un’offerta commerciale, verificate bene quello che c’è scritto nel documento e insistete per farvi illustrare nel dettaglio tutte le componenti di costo e gli oneri aggiuntivi. Nei casi dubbi, è bene evitare scelte affrettate e affidarsi agli esperti. Energiachiara con il suo team di consulenti, risolve quotidianamente casi di questo tipo, consigliando il cliente sulla migliore soluzione da prendere per ottimizzare i costi e risparmiare davvero.

I circoli Arci della provincia di Firenze e la partnership con Energiachiara per il risparmio energetico

Partnership Arci ed Energiachiara.it

Anche i Circoli Arci della provincia di Firenze si affidano alla consulenza di Energiachiara! Le Arci, nate come società di mutuo soccorso nel 1848, contano oggi oltre 5000 sedi in tutta Italia, come associazioni di promozione sociale, civica e indipendente.

Come il fare rete rappresenta da sempre la forza degli iscritti Arci, così ora le Arci della provincia di Firenze, in un interessante collaborazione con Energiachiara, potranno puntare a mettere in pratica un utile risparmio sulle tariffe di luce e gas.

Nella sola provincia di Firenze vi sono oltre 300 sedi, dove giovani e adulti mettono insieme il loro interesse per la musica e l’arte, per le discussioni e l’impegno politico, magari aggiungendo la gestione di un piccolo bar o punto di ristoro.

Le entrate sono in genere legate a tessere e consumazioni, ma le tariffe luce e gas elevate spesso possono mettere in difficoltà piccole realtà come queste. Scegliere di farsi aiutare da Energiachiara, significa essere consapevoli che un risparmio nel campo dei consumi permetterà di investire denaro in attività più consone agli obiettivi dell’Associazione.

Si potranno studiare le migliori offerte dei fornitori, e scoprire quali sono quelle più adeguate ad ogni circolo in base alle attività che svolge. Inoltre, come è evidente dalle proposte di Energiachiara, ci sarà prima uno studio minuzioso dei flussi storici della fatturazione dei vari Circoli, e poi una proposta tagliata su misura: se dovesse verificarsi il caso che i Circoli Arci usufruiscano già della migliore tariffa possibile, la consulenza sarà stata gratuita. In caso contrario si pagherà in base al risparmio effettuato.

Energiachiara sa, come lo sanno i Circoli Arci, l’importanza della collaborazione e del fare rete: è certo che questa partnership  farà crescere positivamente entrambi.

Energiachiara.it sarà consulente per il risparmio energetico di Federalberghi Siena

Accordo Federalberghi Siena

Energiachiara.it e Federalberghi Siena hanno concluso un importante accordo per andare alla ricerca delle migliori offerte luce e gas per le imprese turistiche

Il turismo rappresenta in Italia uno dei settori su cui puntare di più, soprattutto ora che il resto dell’economia non lascia ancora spazio all’ottimismo: questo assioma risulta ancora più valido per una città come Siena e il suo territorio, che tutto il mondo c’invidia per la sua storia e le sue bellezze architettoniche.

L’accordo con Federalberghi Siena è importante proprio perché permette alle strutture di conseguire risparmi davvero sensibili sulle bollette e trovare le migliori offerte luce e gas per le impreseEnergiachiara.it ha già alle spalle un’esperienza importante con diverse strutture della città, tra cui l’Hotel Garden, dove grazie ad un audit approfondito sulle utenze e alla negoziazione delle migliori offerte luce e gas  disponibili in funzione dell’andamento del mercato energetico, è stato possibile tagliare le spese di ben il 20%.

Come funziona l’accordo tra Energiachiara.it e Federalberghi Siena? Energiachiara.it, è necessario ricordarlo, non vende energia, ma offre un servizio di consulenza completamente indipendente. Questo le permette di negoziare le offerte più convenienti sul mercato, senza essere legata a niente e nessuno: l’unico interesse perseguito è quello delle strutture di Federalberghi Siena.

Si parte da un audit gratuito, per verificare le utenze di luce e gas di tutti gli alberghi e le strutture turistiche che ne faranno richiesta. Una volta terminata questa prima analisi, Energiachiara.it sarà in grado di mostrare con un “Preventivo di Risparmio”, le migliori offerte luce e gas per le imprese e in caso di adesione gestirà tutte le pratiche di passaggio da un fornitore all’altro.

Gli associati non avranno costi ulteriori, ma Energiachiara.it si ritaglierà un compenso sul risparmio generato nel corso del primo anno: una formula davvero vantaggiosa, in grado di permettere a tutti di ottimizzare i consumi e spendere solamente il giusto, senza gravare la propria attività di costi inutili.

Energiachiara e Condomani: la partnership perfetta per la gestione delle spese energetiche del condominio

Partnership tra Energiachiara e Condomani

Il risultato dell’unione di due ottime idee? Un grande vantaggio: quello che avranno i condomìni che potranno godere della partnership tra Energiachiara e Condomani, il network di gestione condominiale creato nel 2011.

Infatti, per offrire un ulteriore servizio, Condomani ai avvarrà delle capacità di Energiachiara di abbattere le spese energetiche all’interno dei condomini. Un modo per rendere ancora più semplice e agevole una gestione che in realtà può risultare piuttosto complessa.

Per Energiachiara la chiusura dell’accordo commerciale con Condomani ha un importante risvolto, che la porta a entrare nel grande mondo dei condomìni, dopo aver affrontato sfide commerciali in ogni settore di attività, per offrire agli amministratori di condominio (ma anche ai singoli condòmini) la concreta possibilità di ridurre le spese energetiche senza effettuare investimenti che impattano sul bilancio.

Si tratta di un importante collaborazione anche per Condomani, che in questo modo centra perfettamente la sua mission. Nato infatti nel 2011 per mettere in rete condomini, amministratori e servizi, ripensa un condominio come una realtà sociale dove il virtuale può aiutare a rendere semplice la gestione della parte reale. Si migliorano i contatti, si litiga di meno, la vita dell’amministratore di condominio diventa più semplice e ormai si può anche risparmiare grazie ad Energiachiara.

In Italia i condomini sono oltre un milione, e ben 14 milioni le famiglie che ci vivono. Riuscire a risparmiare sulle spese, per le migliaia di strutture gestite con Condomani, potrebbe essere davvero una bella opportunità. Energiachiara, come con le aziende e i professionisti di cui già si occupa, mette a disposizione la sua capacità di trovare la migliore occasione possibile adatta ad ogni esigenza diversa, con la trasparenza e l’affidabilità che ne fanno fin dalla sua creazione, un aiuto indispensabile nel campo della consulenza energetica.

Energiachiara e Condomani : insieme per offrire alle persone che abitano nei condomini la possibilità di scegliere il miglior servizio, al minor costo possibile.

Condomani ed Energiachiara.it insieme per condomini sempre più smart

Condomani ed Energiachiara.it

Firenze, 2/12/2014. Il social network dedicato ai condomìni offre ai propri affiliati, grazie ad Energiachiara.it, l’opportunità di tagliare le spese energetiche.

Condomani, il social network che si occupa di organizzazione condominiale, sceglie Energiachiara.it per una gestione intelligente e razionale delle risorse energetiche. Fare rete conviene in ogni campo: è quanto sono intenzionati a dimostrare entrambi con la nascita di questa nuova interessante sinergia, che ha lo scopo di rendere gas e luce più convenienti. Imprese, ma anche attività in genere, associazioni, professionisti e in questo caso condomìni, si trovano sempre più spesso nella situazione di non essere in grado di districarsi tra le offerte e i costi nel mercato dell’energia, con un importante spreco di risorse. Per questo motivo grazie a Energiachiara.it, il player di Firenze che promette di scoprire le migliori tariffe presenti sul mercato, Condomani, potrà offrire un servizio in più ai propri affiliati. La gestione dei condomini è un’attività complessa, ma grazie alle innovazioni di Energiachiara.it e Condomani potrebbe diventare decisamente più semplice.

Condomani è il social network che dal 2013 mette in contatto amministratori, condòmini e fornitori di servizi, con lo scopo di rendere semplice e veloce la gestione di una realtà complessa e sfaccettata come quella condominiale. Il gestionale nasce da una startup che ripensa il condominio come una comunità virtuale, una comunità viva che sfrutta questo utile strumento sia per questioni pratiche, sia per migliorare il contatto all’interno di un mondo particolare come quello del condominio dove interagiscono persone che, in alcuni casi, nemmeno si conoscono. In questi anni sono già migliaia i condomìni che hanno scelto Condomani.

Energiachiara.it è la società fiorentina che si occupa di consulenza energetica, con l’obbiettivo di essere un tramite trasparente e affidabile per le imprese. Energiachiara.it affianca il cliente dall’analisi iniziale della sua attuale situazione fino alla scelta finale della migliore fornitura energetica. In due anni, sono già oltre 300 le aziende italiane che hanno deciso di affidarsi a questo interessante team che si avvale di una squadra di ingegneri e consulenti senior.

Per ulteriori informazioni visita la pagina: http://condomani.energiachiara.it/.

****

Ufficio Stampa Condomani: Federica Sesti Osseo – CCO – federica@condomani.it – 392 1153748

Ufficio stampa Energiachiara.it: Massimiliano Pratesi – Responsabile Mkt e Comunicazione massimiliano.pratesi@energiachiara.it 055 5320031 – 389 3123509.

www.condomani.it è il social network per la gestione del condominio rivolto ad amministratori, condòmini e professionisti della manutenzione. Uno strumento completo, al passo con la Riforma del condominio per gestire la comunicazione e la contabilità con pochi click. Già 6000 utilizzano Condomani in tutta Italia.

www.energiachiara.it è la prima società di consulenza energetica completamente online dedicata alle PMI italiane. Grazie a metodologie innovative e software proprietari, Energiachiara.it aiuta imprese, associazioni e professionisti a ottimizzare le forniture energetiche con il preciso obiettivo di ottenere le migliori condizioni di acquisto. Energiachiara.it ha sede a Firenze. Sono già oltre 300 le imprese di medie e grandi dimensioni che, in soli due anni, hanno scelto Energiachiara.it per risparmiare sulla spesa di luce e gas.

Energiachiara aiuta la Diocesi di Brescia a risparmiare su luce e gas

Partner per la Consulenza Energetica

 

Anche la Diocesi di Brescia decide di ottimizzare le spese energetiche e si affida a Energiachiara. La convenzione stipulata con la Diocesi prevede che Energiachiara effettui un’analisi gratuita delle utenze luce e gas alle parrocchie che ne facciano richiesta. L’analisi produce un “Preventivo di Risparmio”, in cui viene evidenziato appunto il risparmio ottenibile da ciascuna parrocchia . In caso di adesione alla proposta di risparmio, Energiachiara si occuperà di gestire in nome e per conto della parrocchia tutte le pratiche burocratiche relative al passaggio al nuovo fornitore.

La Diocesi di Brescia, sede della Chiesa cattolica che appartiene alla regione ecclesiastica della Lombardia, conta quasi un milione di battezzati per oltre 500 parrocchie. Parliamo quindi numerosi edifici e luoghi di culto, dislocati in luoghi differenti, con costi importanti di gestione, sia per quanto riguarda il gas che la  luce. È qui che il lavoro di Energiachiara diventa fondamentale nel suo ruolo di consulente energetico.

E i primi rusultati sono davvero incoraggianti. Dai test effettuati finora su un campione di parrocchie, è risultato un risparmio medio per singola parrocchia di circa 2.500 euro, il che significa almeno una mensilità di consumi energetici risparmiata. Questo dato, proiettato su tutte le parrocchie della Diocesi significa una stima di risparmio annuo di oltre 1 milione di euro.

Per avere un preventivo gratuito basta avere a disposizione una bolletta per ciascuna utenze luce e gas. La Diocesi ha anche attivato un indirizzo mail dedicato energia@diocesi.brescia.it e un fax 030.3722290 a cui i parroci possono inviare i documenti.

Per tutte le informazioni sulla convenzione Energiachiara è disponibile con un consulente dedicato. Contatti: tel. 055 5320031, fax 055 7471226, e-mail info@energiachiara.it.

Energiachiara presenta in anteprima al Matching di Milano la nuova app per la gestione delle utenze luce e gas

Nuova App Energia Chiara

Energiachiara sceglie l’appuntamento di Milano, che da 10 anni rappresenta la concreta possibilità di mettere in contatto le piccole e medie imprese italiane, per presentare in anteprima una nuova app per la gestione del risparmio sulle forniture luce e gas delle PMI italiane.

Matching, che si terrà nel complesso Fiera Milano dal 24 al 26 novembre, ci si confronta, di discute, nascono idee e collaborazioni su tematiche molto sentite: il risparmio energetico rientra senza dubbio tra gli argomenti più attuali, ed è in questo ambito che Energiachiara ha deciso di mostrare direttamente alle aziende tutto il loro potenziale. Sempre di più infatti,  in uno scenario economico complesso quale quello che stiamo vivendo, è necessario poter fare affidamento su di un aiuto in grado fare chiarezza sulle proposte degli operatori del mercato energetico, per ridurre i costi e liberare risorse al fine di effettuare investimenti nei campi più necessari alla crescita dell’impresa.

Nel corso della manifestazione, Energiachiara presenterà in anteprima ai partecipanti una nuova app, che sarà fruibile anche in versione web, che contiene tutte le funzionalità indispensabili per la gestione ottimale delle utenze luce e gas. Una volta completata la fase di negoziazione delle migliori tariffe disponibili sul mercato, tramite la gestione di gare e aste al ribasso, Energiachiara fornisce una gamma completa di servizi di consulenza per monitorare e ottimizzare le forniture energetiche. Con questa nuova app, il cliente sarà messo in condizione di monitorare in tempo reale le proprie forniture energetiche e di interagire con il sistema gestionale di Energiachiara per ottenere risposte personalizzate in merito all’andamento dei consumi per singola utenza, ai dati di fatturazione, al budget di spesa e molto altro ancora. Si tratterà di un vero e proprio cruscotto energetico su misura, uno strumento di “energy intelligence”, che consentirà di avere sempre un quadro preciso del risparmio e dei principali indicatori relativi alle forniture luce e gas. Non solo, nella sua versione più evoluta, la nuova app darà la possibilità di accedere a tutorials e analisi di mercato per consentire un costante aggiornamento sull’evoluzione dei principali indicatori del mercato energetico.

Fare rete è il modo fondamentale di affrontare le difficoltà (ma anche le opportunità) imposte dalle congiunture attuali: per questo motivo sono importanti di eventi come Matching, che dell’incontro tra le aziende ha fatto la sua mission. Energiachiara ci sarà per portare risposte concrete alle esigenze delle aziende in tema di risparmio energetico, con servizi e soluzioni per una gestione più smart delle forniture luce e gas.